Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DIEF Dipartimento di Ingegneria Industriale

Sistema personalizzabile per la tutela del benessere negli ambienti lavorativi- Wellness@Work

 

Condizioni lavorative pressanti e impegnative sia dal punto di vista fisico che psichico fanno parte dell’ esperienza quotidiana e possono avere ripercussioni benefiche sulla reattività, sul livello energetico e sui risultati; quando le aspettative diventano eccessive e stressanti, ci possono essere ricadute negative sulla produttività e sulle prestazioni, con ripercussioni sulla salute fisica ed emotiva, sulle relazioni e persino sulla qualità della vita privata. Inoltre la mancanza di benessere nell’ ambiente lavorativo produce effetti negativi anche in termini di incidenti causati da errore umano, turnover del personale e abbandono precoce, riduzione dei tassi di presenza, mancanza di soddisfazione per il lavoro e di motivazione, quando non degenera in malattie croniche con potenziali conseguenze legali.

Numerose ricerche hanno dimostrato la correlazione tra stress correlato al lavoro e disturbi fisici quali cardiopatie, mal di schiena, cefalee, disturbi intestinali e altre patologie minori (Cox et al.,2002); disturbi psichici quali ansia, depressione, difficoltà di concentrazione, ridotte capacità decisionali (Daniels, 1997). Inoltre, condizioni di lavoro stressanti portano a comportamenti potenzialmente nocivi per il benessere e la salute e più in generale a modifiche dello stile di vita e dei comportamenti (Cooper, 1981; Mols et al.,2010).

Obiettivo di questo progetto è l’implementazione di una piattaforma per monitoraggio del lavoratore mediante l’uso di sistemi di monitoraggio remoto, basati su piattaforme sensoriali tessili e flessibili in grado di misurare segnali relativi all’ attività cardio polmonare, alla postura, all’ attività fisica e ad eventuali movimenti ciclici e ripetuti. I segnali dei sensori saranno letti da un dispositivo elettronico portatile per l’acquisizione, elaborazione e trasmissione dei dati. Il sistema consentirà l’acquisizione di parametri oggettivi marcatori di stress, sia di natura fisica che psichica, e la correlazione con applicazioni personalizzabili su piattaforme mobili (ad es. questionari sulla percezione della qualità del lavoro).

 Il sistema sviluppato sarà utilizzabile non soltanto per la rilevazione dello stress psicofisico durante l’attività lavorativa ma anche come sistema di feedback, in modo da fornire al lavoratore suggerimenti e stimoli per il miglioramento del proprio benessere e la riduzione dei comportamenti a rischio.

Nell’ ambito del progetto il sistema sarà testato in condizioni reali su lavoratori del settore sanitario.  

Coordinatore: Smartex srl

Partner:  

 

Contatti

Prof. Federico Carpi

 

Scarica il poster del progetto

 

 

 

Progetto co-finanziato dal POR FESR Toscana 2014-2020 

Asse Prioritario 1

Azione 1.1.5

 
ultimo aggiornamento: 04-Lug-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina